Il mistero di Rue de Saints Pères

Avevo adorato a suo tempo La donna del Père Lachaise, di Claude Izner, pseudonimo dietro cui si nascondono due sorelle parigine proprietarie di altrettante librerie (e già mi sono simpatiche!), Liliane e Laurence Korb, e mi sono precipitata su questa ulteriore avventura del libraio di fine Ottocento Victor Legris, alle prese con alcune morti misteriose durante l’Esposizione Universale che sancì l’inaugurazione della Tour Eiffel. E devo dire che non mi ha deluso, un bell’intreccio, bella l’epoca, adorabile il personaggio di artista protofemminista di Tasha, bella questa Parigi divisa tra la modernità e le vie narrate da Victor Hugo, belli i colpi di scena, e tante curiosità su quel lontano evento e non solo.
Ho scoperto che il nome originale di uno dei miei piatti preferiti, le patatine fritte, è pommes Point Neuf: furono cucinate per la prima volta sullo storico ponte, che ha visto tante storie vere e finte durante la Rivoluzione francese! Inutile dire che le adoro ancora di più, soprattutto con sopra della sublime senape di Dijon…
Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: