Letters to Juliet

Un’aspirante giornalista e scrittrice, in trasferta a Verona con il suo distratto fidanzato, si appassiona alla vicenda di una lettera a Giulietta di cinquant’anni prima, rimasta nascosta nel muro, e decide di scrivere alla ragazza di allora, oggi nonna, per darle consigli per il suo amore tormentato. L’arzilla vecchietta arriva in Italia con un nipote scostante in cerca del perduto amore, e la nostra eroina saprà darle una mano.
Sono cinica, ho smesso di credere da tempo alle melensaggini e il film è pieno di luoghi comuni: ma ci sono splendide colline venete e toscane, c’è la bella Verona cantata da Shakespeare, c’è una riflessione sul destino e la possibilità di cambiare la propria vita a qualsiasi età, c’è la deliziosa Amanda Seyfried, e ci sono di nuovo insieme Vanessa Redgrave e Franco Nero, che si sono rimessi insieme e sposati quarant’anni dopo la loro storia grazie a questo film. Bello, al punto che ti dimentichi che è zuccheroso, perché per due ore ti viene voglia davvero di sognare.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: