Cenerentola

Bellissimi costumi, scenografie da favola, una scena del ballo che ricorda Visconti, interpreti efficaci, tolti i due protagonisti: Cenerentola di Kenneth Branagh ha non pochi assi nella manica, ed obiettivamente ha vari punti di interesse. Peccato che però il regista scelga di non rivoluzionare più di tanto il senso della fiaba, presentandoci la solita Cenerentola sottomessa e non ribelle, che accetta di fare la serva a tutti in attesa che passi il Principe a salvarla. Al giorno d’oggi questo fa decisamente ridere. Un film da vedere per il lato visivo, ma da lasciar perdere per i contenuti. Come storia di Cenerentola più attuale preferisco la versione anni Novanta con Drew Barrymore o Ash di Malinda Lo.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: