Il Salone del libro 2015, un bilancio

Anche qui, ritardo mostruoso, e in ogni caso sono stati cinque bei giorni, con grandi incontri, a cominciare da quello con Camilla Lackberg, bei giri, acquisti e elargizioni libresche interessanti. Un bell’evento, a cui ho ormai dato l’arrivederci da tempo al 2016, che seguo dal 1988, ma che in mezzo ho perso per qualche anno, in corrispondenza con crisi esistenziali e perdite del sentiero maestro che spero di aver superato. Comunque, io continuo ad interessarmi ai libri anche durante l’anno, non solo al Salone, tra librerie, fumetterie, chiusure, aperture e nuovi eventi. E segnalo già che il 10 e l’11 di ottobre prossimi sarà di scena di nuovo Portici di carta!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: