Crimson peak

Sempre rimanendo nell’ambito del genere gotico, ho trovato molto bella quest’ultima fatica di Guillermo del Toro, regista di quel capolavoro assoluto che resta per me Il labirinto del fauno.
Crimson peak è una ghost story di sapore ottocentesco, una saga familiare cupa, la storia di un riscatto, una metastoria raccontata dalla protagonista, con echi del cinema Hammer ma anche un chiaro messaggio femminista, con la vittima designata che si ribella ai suoi aguzzini, si salva da sola e salva anche qualcuno, tranne chi non può essere salvato. Ribadisco che dal genere fantastico possono venire ottimi anticorpi alla cultura di sopraffazione sulle donne, intrisa di romanzetti, stereotipi e imposizioni.
Due altre cose bellissime del film sono il castello, vero organismo vivente, e Jessica Chastain, dolente e terribile dark lady, non salvabile perché corrotta, lato oscuro della femminilità ma bravissima anche qui, come sempre.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: