archivio

Associazioni

Tra giugno e luglio ho avuto modo di partecipare a due eventi legati a manga, anime e Giappone, alla fine collegati.
Innanzitutto il Torino Matsuri, in lungo Dora, con gara cosplay, conferenze, bancarelle, cibarie (gnum i pisellini piccantissimi al wasabi), che crescerà ancora nei prossimi anni, e dove mi sono beata per due week-end, con tanto di incontri con splendidi cani in tema.

MATSURI 2015-06-16-afnews.info-Matsuri-2015-mostraconv

Poi, la splendida mostra su Leiji Matsumoto, autore di Harlock, organizzata dall’omonima associazione, prima al Quadrilatero romano in una galleria e poi al Matsuri. Belle persone, mostra splendida e ottimi contatti per il futuro.

MATSURI 2015-06-16-afnews.info-Matsuri-2015-mostraconv capitan-harlock-arcadia-giovinezza-1030x615 11150711_915645011808310_2767712782609592520_n 11391391_1132273246799815_7667279850695176035_n 11393069_1132273263466480_6727045987627738551_n 11401454_1132273053466501_6056893384204418523_n 11425246_1132273106799829_3519296429300305647_n

Annunci

Tra le attività che ho seguito quest’anno, anche se in maniera un po’ discontinua, c’è stato il corso di spagnolo presso la biblioteca Primo Levi, dove ho conosciuto gente simpatica, che mi ha fatto scoprire una bellissima gelateria nelle vicinanze, e soprattutto dove ho avuto l’onore di incontrare l’insegnante, Mariela Lopez, messicana. Purtroppo è tornata a casa sua in maniera definitiva. Gracias Mariela!

20150606_161938 20150606_161903 20150606_161857 20150606_161931

 

Poi c’è anche il gruppo di lettura Neri Pozza alla Tesoriera, dove dibattiamo su libri molto diversi, non sempre di nostro gusto, confrontandoci e scoprendo cose che altrimenti non scopriremmo.

foto

Ecco il gruppo quasi al completo.

Non siamo piu noi stessi 09 BOZZA_esecutivo Snob es Il libro dell'amore perduto_esecutivo Snob

Anche quest’anno sono andata al Pride, e non solo per divertirmi e per passare un pomeriggio diverso dal solito.
Sono andata al Pride perché l’Italia è l’unico Paese occidentale che non riconosce il diritto degli omosessuali e delle lesbiche a crearsi una famiglia o comunque ad avere una vita di coppia (cosa che a me personalmente non interessa visto che sono una lupa solitaria che ama solo stare con gatti e libri, ma non si può ragionare solo in base su cosa interessa a noi).
Sono andata al Pride perché c’è gente che si permette di chiamare gay e lesbiche schifosi invertiti, malati, gente con le idee poco chiare, gente che deve superare la propria avversione con l’altro sesso e cercare di comportarsi in maniera normale. E queste cose non le ho sentite solo dire dal Povia o dal Giovanardi di turno, ma da tanta altra gente.
Sono andata al Pride perché l’omosessualità è un crimine punito con la pena capitale o il carcere in ancora troppi Paesi.
Sono andata al Pride perché c’è gente che crede alle terapie riparative dell’omosessualità, perché c’è chi pensa che essere gay e lesbica è una condizione temporanea che va risolta, una moda, una posa, un capriccio, come capita a quella stronza della nota soap Un posto al sole, il cui ritorno all’eterosessualità (oltre tutto con un vecchiaccio) ha creato più danni dei discorsi di Giovanardi, visto che grazie a questo sono aumentate le mamme e le nonne che pensano che le loro figlie e nipoti torneranno etero dopo aver incontrato l’uomo giusto. Sai che roba.
Sono andata al Pride perché fin dall’infanzia viene imposta a tutti e tutte l’eterosessualità come unica possibilità di vita, con discorsi oziosi, sbagliati, di parte, stupidi, idioti, volti a spaventare se si è diversi. E se non si adegua, via vessazioni e bullismo.
E andrò al Pride l’anno prossimo e quelli a venire. Perché ogni volta che ci vado do una picconata a bullismo, vessazioni, imposizioni eterosessiste, menate varie, luoghi comuni e regole su come dovrei comportarmi.

Uno dei migliori incontri che ho fatto in questi ultimi anni è stato con il Club di cultura classica, che mi ha permesso di realizzare il mio vecchio sogno di studiare finalmente il greco (mannaggia a chi non mi ha lasciato fare il classico!) e che mi ha dato l’onore, nell’aprile scorso, di tenere una conferenza su mondo classico e cultura pop contemporanea.
Ho parlato di romanzi, fumetti, film e telefilm ambientati nell’antichità classica, raccontando come quelle ambientazioni siano ancora attualissime, anche se magari un po’ eccessive e poco rigorose sul piano storico. E soprattutto di come, grazie a questi romanzi, fumetti, film e telefilm, tanta gente continua ad appassionarsi al mondo classico e a vederlo come un qualcosa di vivo e attuale.

Ho avuto modo qualche tempo fa di intervistare Maria Paola Palladino, presidentessa dell’associazione italo algerina Jawhara, ed è con grande piacere che segnalo i corsi dell’associazione per quest’anno, sperando un giorno o l’altro di riuscire ad iscrivermi ad almeno uno!
c/o Ex Anagrafe – Via Gaidano 77, Torino
Come ogni anno ormai, l’Associazione JAWHARA promuove i LABORATORI ARTISTICI, iniziativa di autofinanziamento, quest’anno – e per tutto l’anno 2011-2012 – nell’ambito del PROGETTO CULTURA 2011-2012 della Circoscrizione 2 di Torino presso i locali dell’Ex Anagrafe di Via Gaidano 77.

Iscrizioni aperte per:
DUM-TAK
a cura dei musicisti del Gruppo di musica mediterranea JAZIRA
Corso di darbouka e percussioni arabe
ATTENZIONE —> CAMBIAMENTO GIORNI
MERCOLEDÌ ORE 18 – 20 | PRIMA LEZIONE: MERCOLEDÌ 19 OTTOBRE 2011
LA BELLA SCRITTURA-CALLIGRAFIA ARABA 
a cura di Elisabetta Libanore
Laboratorio di tecnica e applicazione pratica di calligrafia araba
ATTENZIONE —> CAMBIAMENTO GIORNI
GIOVEDÌ ORE 18 – 20 | PRIMA LEZIONE: GIOVEDÌ 20 OTTOBRE 2011
LA MUSICA DELLA CASBAH
a cura dei musicisti del Gruppo di musica mediterranea JAZIRA
Corso di avvicinamento alla tradizione popolare algerina e maghrebina, con particolare attenzione ai ritmi e ai generi sviluppatisi nella città di Algeri. Approccio pratico ai ritmi musicali e alle tradizioni canore, espressione della vita popolare, suoni musica tradizionale con particolare attenzione a quella arabo-andalusa
ATTENZIONE —> CAMBIAMENTO GIORNI
MARTEDÌ ORE 18 – 20 | PRIMA LEZIONE: MARTEDÌ 9 NOVEMBRE 2011

INFORMAZIONI e ISCRIZIONI:
Ufficio Cultura e Manifestazioni della Circoscrizione 2
Via Guido Reni 102
Lunedì dalle ore 13.00 – 16.00
Mercoledì e giovedì dalle 9.30 alle 12.30

0114435297 – 0114435248
0114435250 – 0114435252