archivio

Cose mie

Nell’estate di dieci anni fa andavo in Irlanda, primo tour nelle terre celtiche seguito l’anno dopo dalla Scozia. Un Paese che mi è rimasto nel cuore, un Paese magico, qui ci sono un po’ di foto delle librerie di Dublino, ma tante sono le cose che ricordo, paesaggi, vie, birra, ristoranti, pub, laghi, musica, castelli.
Spero un giorno di tornarci. Al momento preferisco però lavorare sullo stare bene e fare cose gratificanti tutto l’anno: perché passare una settimana da favola e poi rientrare nella merda di un lavoro che mi fa schifo e roba simile non fa proprio per me, non più almeno.

Tra le attività che ho seguito quest’anno, anche se in maniera un po’ discontinua, c’è stato il corso di spagnolo presso la biblioteca Primo Levi, dove ho conosciuto gente simpatica, che mi ha fatto scoprire una bellissima gelateria nelle vicinanze, e soprattutto dove ho avuto l’onore di incontrare l’insegnante, Mariela Lopez, messicana. Purtroppo è tornata a casa sua in maniera definitiva. Gracias Mariela!

20150606_161938 20150606_161903 20150606_161857 20150606_161931

 

Poi c’è anche il gruppo di lettura Neri Pozza alla Tesoriera, dove dibattiamo su libri molto diversi, non sempre di nostro gusto, confrontandoci e scoprendo cose che altrimenti non scopriremmo.

foto

Ecco il gruppo quasi al completo.

Non siamo piu noi stessi 09 BOZZA_esecutivo Snob es Il libro dell'amore perduto_esecutivo Snob

Riprende la mia collaborazione con Anguana edizioni, presso cui avevo pubblicato il romanzo urban fantasy Le eredi di Bastet, con Il mondo di Lady Oscar, versione riveduta, corretta ed ampliata de Il mito di Lady Oscar uscito nel 2012 presso Seneca.
Ho ampliato e aggiunto, praticamente il saggio è lungo il doppio, e racconta tutto quello che è legato al personaggio di Oscar, manga, anime, gli shojo, artisti come Riyoko Ikeda e Shingo Araki, la Storia reale, il mito di Maria Antonietta, film in costume, romanzi storici, protagonismo al femminile e ancora altro.
Il libro è disponibile contattando l’editore oppure in siti come Ibs.

Uno dei migliori incontri che ho fatto in questi ultimi anni è stato con il Club di cultura classica, che mi ha permesso di realizzare il mio vecchio sogno di studiare finalmente il greco (mannaggia a chi non mi ha lasciato fare il classico!) e che mi ha dato l’onore, nell’aprile scorso, di tenere una conferenza su mondo classico e cultura pop contemporanea.
Ho parlato di romanzi, fumetti, film e telefilm ambientati nell’antichità classica, raccontando come quelle ambientazioni siano ancora attualissime, anche se magari un po’ eccessive e poco rigorose sul piano storico. E soprattutto di come, grazie a questi romanzi, fumetti, film e telefilm, tanta gente continua ad appassionarsi al mondo classico e a vederlo come un qualcosa di vivo e attuale.