archivio

Librerie

SALGARI

Un grande ispiratore di molti di noi: Emilio Salgari.

!cid_4202B7AC-C52B-4E48-8603-CE379BF7DE76

Le cose che amo, ho anche una borsa a tema.

11012565_10153445601599083_5321363791419326540_n

Vade retro, principesse, damigelle in pericolo e altre idiote sottomesse mi stanno tutte sulle corna. I miei modelli sono Ripley, Esmeralda di Matsumoto, Xena, Clarice Starling, Brienne, Arya e Katniss!!!

11013431_10207035584277488_5642104443210133858_n

Fondamentale se avete animali in casa.

11535865_10152870229540143_7924640402497701527_n

Il grandissimo Christopher Lee, vera icona per noi nerd e geek.

11760096_10153442116022243_9127860169543521063_n

Appunto. E io continuerò a portare le orecchiette da gatto e simili alle fiere del fumetto.

11796418_733229370122569_1867340466474980400_n

In ricordo di Cecil, leone ucciso da uno stronzo pieno di soldi e di merda a cui auguro la fine peggiore che si possa immaginare. A lui e a tutti gli idioti che vanno a caccia.

11800422_10153192659449143_4412539797458632203_n.png

Ecco perché ho scelto di occuparmi di libri e fumetti e cose simili, e non di finire a fare l’impiegata frustrata…

bibliotecabarrito

La biblioteca della casa del quartiere Il Barrito.

10408804_10204248867131019_8667946747118491946_n 11010985_10203742970790650_7123870839651705053_n 11692679_845353552184464_8216572974618480275_n 11753704_675855139180954_7945656683459640957_n 11800173_10153074356778379_1733102746360976937_n

tk

tk

Lo so che non è professionale autocelebrarsi, ma la mia Guida alle librerie indipendenti di Torino, edita da NdA Press, vuole essere innanzitutto un omaggio a luoghi dove, fin da piccolissima, ho sempre amato recarmi, e che quest’inverno 2012 ho girato con gran piacere, incontrando devo dire sempre gente molto gentile.
Ecco come l’editore presenta il mio libro:
Torino città industriale, Torino città dell’auto, Torino vertice del triangolo del boom economico, ma anche Torino città italiana del libro e dei libri.
Non è un caso se è proprio Torino a ospitare ogni anno a maggio il Salone del Libro, il più importante evento italiano dedicato all’editoria e uno dei più prestigiosi a livello europeo.
Ed è anche per questo legame speciale con il mondo editoriale che la città può vantare un numero consistente di librerie indipendenti di ogni tipo.
Generaliste, specializzate (in viaggi, genere, psicologia, lingue straniere, omosessualità, letteratura per ragazzi, fumetti, montagna, sport) o antiquarie, le librerie costituiscono i nodi fondamentali del tessuto culturale di Torino.
Uno dei tanti aspetti di una città affascinante e capace di rinnovarsi rimanendo in definitiva sempre fedele a se stessa, riservata ma aperta al nuovo e all’alternativo.
Un atteggiamento di apertura nei confronti della cultura indipendente in senso ampio, come gli attacchi di arte urbana visibili in città dimostrano insieme alle tantissime librerie protagoniste della Guida.
In questo senso, la grande opera di Roa (in copertina) sul Lungo Dora Savona è uno degli esempi più riusciti di felice convivenza tra metropoli e cultura.
La prefazione è scritta da Davide Boosta Dileo, musicista (Subsonica) e scrittore.
L’autrice: Elena Romanello è scrittrice, giornalista ed esperta del mondo editoriale. Dopo la laurea in Lettere Moderne e il master in Giornalismo, metodi e tecnologie per la comunicazione plurimediale organizzato dall’Università del Piemonte orientale, ha ottenuto il diploma di Bibliotecaria presso la CSEA di Torino, completando una formazione sui libri a 360 gradi.
L’autrice è disponibile per interviste.

Dal 19 al 23 maggio Festa del libro con sconti del 20 per cento e oltre presso librerie di catena e indipendenti italiane. L’elenco completo è qui
C’è da dire che quando si è bibliofili come la sottoscritta i libri si comprano sempre, come ho fatto anche quando giravo per Torino per scrivere la mia Guida alle librerie indipendenti di Torino. 
Sono da tempo triste per la chiusura della storica Libreria del Salone (al suo posto verrà un Apple store, motivo in più per boicottarla…), corrono voci non buone anche sulla Fnac (che personalmente ho da sempre amato più in Francia che in Italia), ma registro con interesse l’apertura di nuovo Libraccio in via Santa Teresa 7, se non altro per il motto Saziatevi.

La giovanissima ma già super attiva libreria Lupo Rosso di via Volta 1/H ospita ogni sabato, fino a luglio 2012 almeno, incontri con scrittori e scrittrici di romanzi fantasy e fantastici.
Ecco il calendario quasi completo degli eventi passati e futuri
18 febbraio Giulia Marengo con “un antico peccato” Reverdito editore
25 Febbraio Luca Buggio presenta La danza delle Marionette
3 Marzo Paolo Barbieri presenta Favole degli Dei
10 Marzo Roberto Re presenta La valle dei dimenticati
17 Marzo Anna Giraldo presenta Thunder + Lighting (Casini Editore)
31 marzo h. 17,30 Francesca Battistella presenta Re di Bastoni in piedi, come relatore Enrico Pandiani
7 Aprile Mostra Instagram
14 Aprile Ivan Perciballi presenta L’uomo delle farfalle presentato da Roberto Leoni
21 Aprile Le Dita
28 Aprile Giuseppe Foderaro presenta conduce Stefano Di Marino
15 Maggio Viviana Leo presenta Lacrime d’Argento
19/27 Maggio Immaginaria Sanremo
2 Giugno Serena Pieruccini presenta Dolcemente Tenebroso
9/10 Giugno San Giorgio di Mantova Fantasy
16 Giugno Claudia Porta presenta Sbramami
7 luglio Elena Romanello con Le eredi di Bastet e L’immortalità della sirena

Sito web ufficiale 

Sabato 22 ottobre, presso la Libreria Millevolti di corso Francia 101, che ha un bellissimo settore sulla letteratura al femminile ed è vicina ad una golosa panetteria (due motivi per tenerla d’occhio!) si è tenuto un incontro su un nuovo fumetto d’autore, Carlo Giuliani, il ribelle di Genova, edito da BeccoGiallo, casa editrice specializzata da tempo in opere a vignette di denuncia.
C’erano il disegnatore Manuel de Carli, lo sceneggiatore Francesco Baro Barilli e il papà di Carlo, Giuliano.
Quante cucche ci hanno raccontato… Carlo non era né un agitatore né un tossico, ma un ragazzo come tanti, che non voleva nemmeno andare a manifestare ma in spiaggia, che quando ha visto come venivano trattati i suoi coetanei e non solo quel giorno a Genova ha deciso di unirsi a loro, finendo ucciso non certo per legittima difesa, ma in maniera premeditata. L’ennesimo delitto coperto della nostra Storia, e quanto sono attuali e importanti oggi i valori per cui è morto anche Carlo! Un fumetto da avere, insieme ad altri titoli di BeccoGiallo.