archivio

Poesia

Da un sondaggio risulta che il poeta più amato in Italia è e resta Giacomo Leopardi. Non solo in Italia, comunque, visto che le sue poesie decorano ormai da diversi anni le mura della metropolitana di Washington, insieme a quelle di Baudelaire, Shakespeare, Montale e Pasolini.
Mi sono innamorata della poesia di Leopardi in terza media, adesso sono anni che non leggo una sua poesia, e le sto cercando sulla rete per rileggermele. Perché in Leopardi ho trovato tanto di me stessa: l’amore per la solitudine e l’introspezione, il rifiuto di un mondo volgare (allora come oggi), la voglia di essere e di fare, il rimpianto per il passato, le attese deluse.
Ho amato e amo altri poeti e poetesse: Saffo, Shakespeare, Emily Dickinson, Eugenio Montale, Salvatore Quasimodo, Giosuè Carducci, Giovanni Pascoli, Ugo Foscolo: ma Leopardi è unico.
Quanto sono veri i versi finali del Sabato del villaggio, quanto sono veri:Garzoncello scherzoso,Cotesta età fiorita

E’ come un giorno d’allegrezza pieno,

Giorno chiaro, sereno,

Che precorre alla festa di tua vita.

Godi, fanciullo mio; stato soave,

Stagion lieta è cotesta.

Altro dirti non vo’; ma la tua festa

Ch’anco tardi a venir non ti sia grave.

Annunci

Segnalo molto volentieri un corso di poesia alla Libreria Mondadori di Rivoli in via Piol, ricordando che anch’io insegno, ma scrittura creativa, e che sono disponibile per tenere corsi, come volontaria e non, presso librerie, biblioteche, associazioni, circoli, scuole, ricoveri per anziani.
Temi: Storia della poesia, retorica, versificazione, stilistica, psicologia, diarismo, autobiografismo.
Durata: 5 lezioni da 1 ora e trenta
Docente: Antonio Melillo, insegnante di lettere e scrittore di poesie
Inizio: venerdì 28 ottobre, ore 18.30
Gli incontri proseguiranno i quattro mercoledì seguenti
Costo: euro 120,00
E’ possibile partecipare gratuitamente alla prima lezione e iscriversi dal secondo incontro.