archivio

Teatro

In ritardo sul libro che avevo scritto su Lady Oscar, è arrivato in dvd e ho potuto vedere  il musical ispirato a Lady Oscar, messo in scena un paio d’anni fa al Teatro Vascello di Roma. Interessante vedere come la storia ideata da Riyoko Ikeda sia adatta anche come musical in stile Il fantasma dell’Opera Notre Dame, non snaturando ma innovando. Da non confondere con lo spettacolo giapponese del Takarazuka che non è male ma è più staticamente orientale. Bello, coinvolgente, con belle musiche.

Annunci

Non avevo l’onore di conoscerlo, ma voglio girare questa notizia, perché mi sembra importante ricordare questo tipo di persone.
Il 20 ottobre 2011, è improvvisamente scomparso il Professor Piero Ferrero, figura storica nell’ambiente teatrale italiano che per moltissimi anni aveva lavorato al Teatro Stabile di Torino.
Piero Ferrero era nato a Torino il 30 aprile del 1934 da famiglia valsusina.Per molti anni si dedicò all’insegnamento poi, nel 1975, Giorgio Balmas lo chiamò a lavorare per “Settembre Musica” all’Assessorato alla Cultura del Comune di Torino.
Successivamente Piero Ferrero iniziò la sua collaborazione con il Teatro Stabile di Torino: prima come Direttore culturale del Centro Studi e poi, dopo un breve periodo all’Ufficio stampa, come Drammaturgo del teatro.
Grande appassionato di teatro, sia di prosa sia musicale, conversatore affascinante e informato, con poche e azzeccate battute riusciva a costruire dei ritratti al vetriolo fulminanti.
Ferrero è stato anche autore teatrale, traduttore e scrittore.Tra i suoi romanzi ricordiamo: Lettere ai Romani e L’onta, il ribrezzo.