the_reader___fragonard_based_by_maikodouji-d3awwlj

“Una persona non muore subito per noi, ma resta immersa in una specie di aura di vita che non ha nulla di una reale immortalità ma che fa sì che essa continui a occupare i nostri pensieri proprio come quando era viva. È come in viaggio.” di MARCEL PROUST. Hai ragione, non si deve svolgere per forza un’attività per cui non si è portati. A sud del confine, a ovest del sole, Murakami Haruki Non si può scegliere il modo di morire. E nemmeno il giorno. Si può soltanto decidere come vivere.Ora! ” Joan Baez Dottore: Per come la vedo io, nella vita di ognuno di noi c’è una pila di cose buone e di cose cattive. Le cose buone non sempre addolciscono le cose cattive ma viceversa le cose cattive non necessariamente rovinano le cose buone, o le privano di importanza e noi decisamente ci siamo aggiunti alla sua pila di cose buone. “Sapete, quando si è piccoli ti dicono solo che devi crescere, trovare un lavoro, sposarti, avere una casa, un figlio e così via… ma la verità è che il mondo è molto più strano invece, molto più oscuro e molto più pazzo…e infinitamente più divertente.” (Episodio 2×10 di Doctor Who) Gli animali hanno propri diritti e dignità come te stesso. E’ un ammonimento che suona quasi sovversivo. Facciamoci allora sovversivi: contro ignoranza, indifferenza, crudeltà. – Marguerite Yourcenar Vorrei ragazze indipendenti, interessanti, idealistiche, gentili, caparbie, originali o divertenti. C’è un migliaio di cose, prima di “magre”. [J. K. Rowling] “Se desideri una cosa e pensi veramente di meritartela, smetti di chiederti perché gli altri non te la danno. Alzati e và a prendertela” Massimo Gramellini “Ognuno è un genio. Ma se si giudica un pesce dalla sua capacità di arrampicarsi sugli alberi, lui passerà tutta la sua vita a credersi stupido.” Einstein Non si devono misurare gli animali col metro umano. Sono creature complete e finite, dotate di un’estensione dei sensi che noi abbiamo perso o non abbiamo mai posseduto, e agiscono in ottemperanza a voci che noi non udremo mai. Non sono confratelli, non sono subalterni; sono altre nazioni, catturate con noi nella rete della vita e del tempo, compagni di prigionia nello splendore e nel travaglio di questa terra. Henry Beston “Aggiratevi per le biblioteche, arrampicatevi sulle pile di libri come fossero scalini, odorate i libri come fossero profumi, indossateli come se fossero cappelli, sulle vostre teste pazze. Che possiate essere innamorati per i prossimi ventimila giorni! E per amore, rifate il mondo…” Ray Bradbury “You are the books you read, the films you watch, the music you listen to, the people you meet, the dreams you have, and the conversations you engage in. You are what you take from these. You are the sound of the ocean, breath of the fresh air, the brightest light and the darkest corner. You are a collective of every experience you have had in your life. You are every single second of every day. So drown yourself in a sea of knowledge and existence. Let the words run through your veins and the colours fill your mind until there is nothing left to do but explode.” — Jac Vanek Ai giovani vorrei dare un consiglio: scegliere la professione che interessa di più. Quando dovrete decidere cosa studiare, non pensate solo a cosa vi permette di trovare lavoro, ma a quello che vi piace veramente. Poi fatelo seriamente. Alle ragazze, in particolare, consiglio di avere più fiducia in se stesse e pretendere che i loro diritti vengano rispettati Margherita Hack Vi è mai capitato di sentire una barzelletta così tante volte da dimenticare perché è divertente? E poi la sentite di nuovo e improvvisamente è nuova. E vi ricordate perché vi era piaciuta tanto la prima volta… A furia di raccontare le sue storie, un uomo diventa quelle storie. Esse continuano a vivere dopo di lui, e così egli diventa immortale. Da Big fish di Tim Burton Una comunità che non sostiene i propri artisti sacrifica l’immaginazione sull’altare della cruda realtà, rischiando di coltivare sogni senza valore. (Yann Martel – Vita di Pi) Colui che segue la folla non andrà ma più più lontano della folla. Colui che va da solo sarà più probabile più si troverà in luoghi dove nessuno è mai arrivato. Albert Einstein “Non possiamo pretendere che le cose cambino, se continuiamo a fare le stesse cose. La crisi è la più grande benedizione per le persone e le nazioni, perchè la crisi porta progressi. La creatività nasce dall’angoscia, come il giorno nasce dalla notte oscura. E’ nella crisi che nasce l’inventiva, le scoperte e le grandi strategie.

Chi supera la crisi supera se stesso senza essere superato. Chi attribuisce alla crisi i suoi fallimenti e difficoltà, violenta il suo stesso talento e da più valore ai problemi che alle soluzioni. La vera crisi è la crisi dell’incompetenza. L’inconveniente delle persone e delle nazioni è la pigrizia nel cercare soluzioni e vie d’uscita. Senza crisi non ci sono sfide, senza sfide la vita è una routine, una lenta agonia. Senza crisi non c’è merito. E’ nella crisi che emerge il meglio di ognuno, perchè senza crisi tutti i venti sono lievi brezze. Parlare di crisi significa incrementarla e tacere nella crisi è esaltare il conformismo. Invece, lavoriamo duro. Finiamola una volta per tutte con l’unica crisi pericolosa, che è la tragedia di non voler lottare per superarla Albert Einstein “Il cancro dell’umanità non sono mai state le donne istruite, ma i maschi ignoranti.” Massimo Gramellini “Abbiamo una vita sola. Nessuno ci offre una seconda occasione. Se ci si lascia sfuggire qualcosa tra le dita, è perduta per sempre. E poi si passa il resto della vita a cercare di ritrovarla”.(R. Pilcher) Voglio parlare di scrittura, di libri. Di cultura. Non tutte le donne hanno bisogno di uomini per sentirsi “vive”, gli basta convivere felicemente con il proprio cervello. Elisabetta Bricca La cultura è un bene comune e primario, come l’acqua: i teatri, le biblioteche, i musei, i cinema sono come tanti acquedotti. Claudio Abbado When I think of normality I think of mediocrity Gillian Anderson fu uno dei giorni più belli della mia vita, un giorno in cui vissi la mia vita e non pensai affatto alla mia vita. — Jonathan Safran Foer Nella vita non bisogna mai rassegnarsi, arrendersi alla mediocrità, bensì uscire da quella “zona grigia” in cui tutto è abitudine e rassegnazione passiva, bisogna coltivare il coraggio di ribellarsi. Rita Levi Montalcini Il futuro appartiene a coloro che credono alla bellezza dei propri sogni. (Eleanor Roosvelt) È bello anche morire per le proprie idee… chi ha il coraggio di sostenere i propri valori muore una volta sola, chi ha paura muore ogni giorno. (Paolo Borsellino) L’immaginazione è più importante della conoscenza Albert Einstein Gli uomini sono fatti della stessa materia di cui sono fatti i sogni Shakespeare Fatti non foste a vivere come bruti ma per seguire virtute e conoscenza Dante La vita è troppo breve per sprecarla dietro a cose che non piacciono: anonima, dedicata alle agenzie per il lavoro ed altri bestiari. “È più importante impedire a un animale di soffrire, piuttosto che restare seduti a contemplare i mali dell’Universo pregando in compagnia dei sacerdoti” Buddha Nessuno ha bisogno di tutte le avventure del mondo, bastano quelle giuste. Anonimo …l’arte, quella vera, quella che viene dall’anima e’ cosi’ importante nella nostra vita! L’arte ci consola, ci solleva, l’arte ci orienta. L’arte ci cura. Noi non siamo solo quel che mangiamo e l’aria che respiriamo. Siamo anche le storie che abbiamo sentito, le favole con cui ci siamo addormentati da bambini, i libri che abbiamo letto, la musica che abbiamo ascoltato e le emozioni che un quadro, una statua, una poesia ci hanno dato . Se non vuoi soffrire di solitudine, non ti sposare — Oscar Wilde “Diffidate di chi non ama i gatti” (proverbio Irlandese) Viviamo Porfirio mio, e confortiamoci insieme: non ricusiamo di portare quella parte ch il destino ci ha stabilito, dei mali della nostra specie. Sì bene attendiamo a tenerci compagnia l’un l’altro; e andiamoci incoraggiando, e dando mano e soccorso scambievolmente; per compier nel miglior modo questa fatica della vita. La quale senza alcun fallo sarà breve. E quando la morte verrà, allora non ci dorremo: e anche in quest’ultimo tempo gli amici e i compagni ci conforteranno: e ci rallegrerà il pensiero che, poi che saremo spenti, essi molte volte ci ricorderanno, e ci ameranno ancora Giacomo Leopardi Non permettere mai a nessuno di dirti che non sai fare nulla. If you always do what interests you, at least one person is pleased – Katharine Hepburn “Mi guardate male perché sono diversa, io vi guardo e rido perché siete tutti uguali. Emily” “Solo coloro che sono abbastanza folli da pensare di poter cambiare il mondo lo cambiano davvero” Einstein A. Cominciate col fare ciò che è necessario, poi ciò che è possibile. E all’improvviso vi sorprenderete a fare l’impossibile San Francesco d’Assisi “Vivi come se dovessi morire domani, impara come se dovessi vivere in eterno.” (Aaron Hotchner, Criminal minds) «Ciò che il pubblico critica in voi, coltivatelo. Quello, siete voi.» [J.Cocteau] «Se un uomo non è disposto a lottare per le sue idee, o le sue idee non valgono nulla, o non vale nulla lui.» [E.Pound]: premettendo che non condividono le idee di Pound, ma questo mi trova d’accordo al cento per cento… “Ora che ho vissuto la mia vita fino a questo punto posso affemare che non c’è niente di donchisciottesco nel voler cambiare il mondo….Non concepisco una vita migliore di quella vissuta con entusuasmo…dedicata alle utopie, al rifiuto ostinato dell’inevitabilità del caos e dello sconforto…L’importante…non è vedere tutti i propri… sogni realizzati, ma continuare ostinatamente a sognarli.” GIOCONDA BELLI “Solo quando l’ultimo albero sarà abbattuto, l’ultimo animale sarà ucciso e l’ultimo fiume avvelenato scopriranno che il denaro non si mangia” (Profezia Creek) Si può vivere di sola scrittura in un paese come il nostro? Dipende. Da quante copie si vendono, se si è tradotti all’estero, se si vendono i diritti cinematografici delle proprie opere, se si accettano collaborazioni giornalistiche eccetera. Comunque c’è una fascia di scrittori che riesce a mantenersi dignitosamente col proprio lavoro. Ovvio che se hai gusti da nababbo, allora è meglio dedicarsi ad altro! Chiara Palazzolo Per tutte le violenze consumate su di Lei, per tutte le umiliazioni che ha subìto,per il suo corpo che avete sfruttato, per la sua intelligenza che avete calpestato, per l’ignoranza in cui l’avete lasciata, per la libertà che le avete negato, per la bocca che le avete tappato, per le ali che le avete tagliato, per tutto questo: in piedi, Signori, davanti a una Donna!” W. Shakespeare I soldi non possono comprare la vita (Bob Marley) Ma loro non lo sanno, non possono saperlo. In ogni libro, anche nel più insignificante e polveroso dei miei libri, da anni accantonati come in castigo nel garage, c’è un pezzo di me, un barlume della mia coscienza, un ingrediente di quella che si chiama pomposamente la “personalità”. (F. Ferrarotti, Leggere, leggersi) “Un Pazzo è un disadattato, un ribelle, un combina guai. E’ disordinato, scapestrato, incosciente. Ride quando tutti piangono e piange quando tutti ridono. Un Pazzo vede il mondo in maniera differente lo vive in modo differente e per questo è un diverso. Un Pazzo non ama le regole, e non ha rispetto per lo status quo. Un pazzo tragredisce, osa, va contro corrente. Puoi elogiarlo o non essere d’accordo con lui, puoi seguirlo o citarlo. Puoi non credergli, puoi glorificarlo o vilificarlo ma l’unica cosa che non puoi fare è: IGNORARLO! Perchè sono i Pazzi che cambiano le cose, che cambiano la vita: immaginano, inventano, curano, esplorano, creano, ispirano. Non guardano mai indietro, vanno sempre avanti trascinandosi dietro la pigra e “normale” razza umana. Forse hanno bisogno di essere folli. Chi se non un pazzo può fissare un pezzo di marmo e “vederci” dentro la Pietà. Chi se non un pazzo può vedere in ogni essere umano un fratello. Chi se non un pazzo può sedere in silenzio e ascoltare una canzone mai scritta o una musica mai suonata. Quando la massa vede in te un Pazzo e folli le cose che dici, folli le cose che pensi, folli le cose che fai, allora sorridi e guardandoti allo specchio inchinati: sei davanti a un Genio. Perchè coloro che sono abbastanza folli da pensare di cambiare il mondo, sono quelli che poi lo fanno…”

Mohandas Gandhi(1869-1948) Venite gente vuota, facciamola finita : voi preti che vendete a tutti un’altra vita ; se c’è come voi dite un Dio nell’infinito guardatevi nel cuore, l’avete già tradito e voi materialisti, col vostro chiodo fisso che Dio è morto e l’uomo è solo in questo abisso, le verità cercate per terra, da maiali, tenetevi le ghiande, lasciatemi le ali ; tornate a casa nani, levatevi davanti, per la mia rabbia enorme mi servono giganti. Francesco Guccini “I bibliotecari sono sempre state tra le persone più premurose e disponibili. Essi sono insegnanti senza classe. Se non ci sono biblioteche non c’è neanche progresso” [ Willard Scott] “Vivetela bene la vostra piccola vita perché è la sola e quindi immensa ricchezza di cui disponete. Non dilapidatela, non difendetela con avarizia, non gettatela via oltre l’ostacolo. Vivetela con intensa passione, con speranza e allegria”. Eugenio Scalfari Se è stata una vita piena, se hai potuto realizzare te stesso al meglio delle tue capacità, se hai conosciuto amore e dolore, se hai accettato i tuoi limiti ma hai utilizzato tutte le valenze vitali delle quali disponevi, se non hai prevaricato, se infine non sei stato avaro di te stesso; questo vuol dire aver fatto i conti con la morte.Eugenio Scalfari Epicuro: “Non si è mai troppo giovani o troppo vecchi per la conoscenza della felicità. A qualsiasi età è bello occuparsi del benessere dell’anima. Chi sostiene che non è ancora giunto il momento di dedicarsi alla conoscenza di essa, o che ormai è troppo tardi, è come se andasse dicendo che non è ancora il momento di essere felice, o che ormai è passata l’età”. Chi è analfabeta, a 70 anni avrà vissuto una sola vita: la propria; chi legge avrà vissuto 5000 anni: c’era quando Abele uccise Caino, quando Renzo sposò Lucia, quando Leopardi ammirava l’infinito…perchè la lettura è un’immortalità all’indietro. Umberto Eco “Le donne che leggono sono pericolose perché non si annoiano mai, qualunque cosa accada hanno sempre una via di fuga, se ne infischiano se le fai troppo soffrire perché loro s’innamorano di un altro libro, di un’altra storia, e ti abbandonano. Le donne che leggono sono pericolose perché nutrono i loro sogni e non c’è nulla di più rivoluzionario di una donna che sogna di cambiare la propria vita, se lo fa, farà la rivoluzione, se non la fa seminerà il terrore. Le donne che leggono sono pericolose soprattutto per se stesse. Ci sarà un motivo se la storia dell’umanità ha ritardato la lettura alle donne, la natura sapeva che avrebbe complicato loro la vita. Comunque sia pazienza, leggere è meraviglioso!”

~ Daria Bignardi Attraverso il vasto continente della vita di una donna si disegna l’ombra di una spada, attraversare l’ombra della spada può rendere la vita di una donna molto più interessante, ma anche più pericolosa. (Virginia Woolf) …”Tenetevi quindi il vostro coraggio. Tenetelo per i vostri matrimoni e divorzi, per i vostri inganni e le vostre bugie, per le vostre famiglie, per la vostra maternità, per i vostri figli e nipoti. Tenetevi il coraggio di cui avete bisogno per seguire la norma. Il sangue freddo di prestare il vostro corpo all’incessante processo di ripetizione regolata. Il coraggio, come la violenza e il silenzio, come la forza e l’ordine, sono dalla vostra parte. Al contrario, io rivendico oggi la leggendaria mancanza di coraggio di Virginia Woolf e di Klaus Mann, di Audre Lorde e di Adrienne Rich, di Angela Davis e di Fred Moten, di Kathy Acker e di Annie Sprinkle, di June Jordan e di Pedro Lemebel, di Eve K. Sedgwick e di Gregg Bordowitz, di Guillaume Dustan e di Amelia Baggs, di Judith Butler e di Dean Spade.” Beatrix Preciado NON IMPORTA DOVE VIVI MA COME VIVI; cercate, lottate, pregate, fate di tutto per rendere la vostra vita degna di essere vissuta. Ci sarà un giorno in cui vi guarderete indietro, e vi assicuro che capiterà, e vi chiederete se ne è valsa la pena. Fate in modo che ne valga la pena, fate in modo che ogni istante della vostra vita sia un inno alla gioia. (Maurizio Centofanti)

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: